LA BOTTEGA DELLE DONNE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi siamo

 

Una passione: la creatività. Un desiderio: stare insieme. Un obiettivo: fare qualcosa per gli altri. La Bottega delle Donne nasce nel 1994 nella zona di Montebelluna, in provincia di Treviso, con l’idea di fare volontariato all’interno della propria realtà, traendo il meglio del talento da quanti volevano metterlo a disposizione. Hanno iniziato in poche persone, ma il numero è via via aumentato con il passare degli anni. Sono tutte donne più tre uomini, nessuno coinvolto dalla malattia.

Racconta la responsabile Anna Marcon: «Si decise di devolvere alla Fondazione i fondi raccolti su suggerimento del comitato provinciale dell'associazione Fibrosi Cisticai, che era molto attiva in quel periodo. Poi si fece la conoscenza del professor Mastella. Lavorava ancora in ospedale. Ci fece visitare il reparto. Quel giorno, a Verona, c’era una mamma di Treviso con entrambi i suoi ragazzi ricoverati: due fiori. Avresti dovuto vederli, non si riusciva a credere fossero malati, e invece…». Da allora di stagioni se ne sono sfogliate, ma Anna può ancora dire: «Siamo qui da più di 20 anni per voi».

Per scambiarsi le idee e assemblare quanto hanno preparato a casa, si trovano una-due volte la settimana a Villa Pisani, dove il comune di Montebelluna ha riservato loro un ampio spazio. Lavorano tutto l’anno per il loro mercatino di Natale, una boutique piena di pezzi unici di gran gusto, realizzati coi materiali più raffinati e antica maestria, ma organizzano anche raccolta fondi con diverse altre iniziative: cene e pic-nic, vendita di ciclamini nelle piazze, tornei di burraco.

Un lavoro a tante mani che “soltanto” perché si sentivano di farlo, talvolta togliendo tempo prezioso alle proprie famiglie, hanno saputo cucire la ricerca su misura per tantissimi pazienti.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu